ECCO COME LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E’ UN INVESTIMENTO SOSTENIBILE

basf brunck investimento sostenibile

Il quartiere Brunck di Ludwigshafen in Germania è stato oggetto di un’analisi storica dei dati prestazionali che dimostra come la Riqualificazione Energetica sia un investimento sostenibile.

Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici non sono molto diffusi in Italia, causa in parte dovuta a una diffidenza generalizzata sui risultati in termini di vantaggi raggiungibili e sui tempi di ritorno dell’investimento iniziale.

A dimostrazione della convenienza di riqualificare in modo sostenibile gli edifici, riportiamo i risultati ottenuti dal monitoraggio decennale degli effetti riscontrati dopo le operazioni di riqualificazione delle unità abitative del Brunck Quarter di Ludwigshafen in Germania, nel quale gli interventi di isolamento termico dell’involucro edilizio sono stati realizzati in Neopor®.>

A oltre dieci anni di distanza dagli interventi di ristrutturazione, è stata conclusa una prima indagine sugli effetti a lungo termine della riqualificazione energetica degli edifici del quartiere dove tutti gli aspetti su cui si basa il concetto di sostenibilità sono stati valutati e soddisfatti attraverso un’indagine della condizione degli edifici, dei consumi energetici per il riscaldamento, dell’impatto ambientale delle costruzioni e del benessere abitativo verificato attraverso un sondaggio diretto dei residenti.Riqualificare rappresenta un investimento sostenibile che può essere ponderato sulla base di tre criteri ben precisi: economico, ecologico e sociale. La valutazione di questi criteri nasce dall’analisi delle tempistiche di ammortamento, della riduzione delle emissioni nocive nell’ambiente, della percezione della qualità della vita e quindi della scelta di materiali tecnicamente avanzati ed eco-compatibili.

LA VALUTAZIONE ECONOMICA

La valutazione economica di un investimento di riqualificazione energetica viene stimata attraverso il tempo di ammortamento dell’investimento stesso, ovvero il periodo di tempo minimo necessario, affinché il risparmio sui costi di energia compensi interamente l’investimento iniziale affrontato.Quindi, a parità di investimento economico, maggiore è l’abbattimento dei costi energetici, più breve sarà il tempo di ammortamento e migliore sarà l’ammortamento dell’investimento iniziale.

TEMPO DI AMMORTAMENTO DEI COSTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
CONSUMO ATTUALE 30 kWh/mq (CONSUMO PRE-RIQUALIFICAZIONE 210 kWh/mq)

Confronto tra i tempi di ammortamento per i singoli interventi di ristrutturazione finalizzati all'efficienza energetica

grafico ammortamenti investimento in riqualificazione energetica
I risultati dello studio riportano che gli interventi con il minor tempo di ammortamento sono quelli strettamente legati alla riqualificazione energetica dell’involucro opaco (soffitto, tetto e pareti).Gli interventi sulla copertura hanno permesso il recupero totale del capitale investito in soli 13 anni, gli interventi sui solai e pavimenti hanno avuto un tempo di ritorno di 8 anni, mentre gli interventi sulle pareti, un tempo di ritorno di 16 anni.

LA VALUTAZIONE ECOLOGICA

La valutazione ecologica si basa sul rapporto tra “energia grigia”, ovvero l’energia impiegata durante i processi produttivi e logistici di una tecnologia o di un materiale, misurata in tonnellate di CO2, e l’energia risparmiata a seguito dell’intervento di riqualificazione ove è stata impiegata la tecnologia o materiale stesso.
Perciò un intervento di riqualificazione risulta efficiente, quando la riduzione delle emissioni in fase di utilizzo della residenza riqualificata compensa e supera quelle delle emissioni di CO2 che costituiscono l’”energia grigia”.

Il confronto tra “energia grigia” (c.a. 10 t CO2) e “risparmio di CO2 in 10 anni” (c.a. 100 t CO2) indica che il tempo di ammortamento ecologico per gli interventi di isolamento delle pareti esterne è positivo, corrisponde a circa un anno.

Sin dall’anno successivo ai lavori di riqualificazione quindi, il risparmio energetico contribuisce a ridurre l'impatto sull'ambiente, le emissioni di Co2 e la dipendenza delle abitazioni dall'utilizzo di combustibili fossili.

LA VALUTAZIONE SOCIALE

Una panoramica del quartiere Brunck di Ludwigshafen, oggetto dell'azione di riqualificazione operata da BASF

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA QUARTIERE BRUNCK
Il terzo parametro per poter valutare la sostenibilità di un investimento di riqualificazione energetica è il criterio sociale.L’indagine realizzata in collaborazione con University of Applied Science HAWK di HildeSheim, dimostra che circa l’80% degli abitanti, si dichiara soddisfatto o molto soddisfatto del comfort percepito nella propria abitazione con l’isolamento termico realizzato con Neopor®.Tra gli interventi di riqualificazione effettuati, quello che maggiormente contribuisce al miglioramento del comfort interno è l’isolamento a cappotto che aumenta la temperatura superficiale interna delle pareti e crea un piacevole comfort interno, senza ulteriore necessità di aumentare il riscaldamento.

QUESTO TEMA SARÁ APPROFONDITO AL CONVEGNO DIRE FARE RIQUALIFICARE 2018

WORKSHOP TECNICO N.4

Verifica tecnica e prestazionale di un intervento realizzato a distanza di oltre 10 anni

ISCRIVITI AL CONVEGNO DIRE FARE RIQUALIFICARE 8 MARZO 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *