I 2 PILASTRI DELLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA NEL CONDOMINIO

I 2 PILASTRI DELLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA NEL CONDOMINIO

Visione d’insieme in fase di sopralluogo per pianificare l’intervento senza sorprese e stesura di un preciso cronoprogramma lavori.

Questi i 2 pilastri della riqualificazione energetica nel condominio di Pioltello in via Alessandrini 2.

In questa nuova puntata di “Riqualifica con Rete IRENE” raccontiamo un ottimo esempio di come gestire, affrontare e pianificare la complessità di un cantiere.

E’ previsto un passaggio da Classe E a B per 4 edifici che ospitano 116 unità abitative, con l’abbattimento del 52% del fabbisogno energetico.

Un intervento che interesserà oltre 15.000 mq di superficie che comporterà la riqualificazione energetica nel condominio coniugando sia gli aspetti tecnologici di efficientamento energetico che di composizione architettonica, rispettando i disegni originali dell'edificio. 

Un lavoro fatto da persone che stanno operando in modo coeso e armonico, per ottenere nei tempi tecnici concordati, un intervento che possa garantire le migliori prestazioni possibili e la valorizzazione degli immobili, come richiesto dai condomini.

In primis un’attenta gestione del cantiere intrapresa ancora prima dell’inizio delle attività, con sopralluoghi mirati a prevenire le criticità prima di posare i ponteggi.” - Racconta il Geom. Massimo Sulas, Responsabile Cantiere per Trivella S.r.l. -  “In questo modo sono state individuate delle problematiche e progettate le soluzioni con delle lavorazioni che hanno agevolato e velocizzato l’esecuzione dell’intervento, evitando ritardi dovuti a sorprese in corso d’opera.“

Predisposizione passaggio tubi del gas in fase preliminare
Pezzo speciale del ponteggio progettato in fase preliminare

Questa programmazione e il continuo monitoraggio sta facendo rispettare il cronoprogramma lavori stabilito. 

La riqualificazione energetica nel condominio è stato oggetto di un'attenta progettazione degli aspetti tecnici ed estetici grazie ad interventi edili ed impiantistici:

  • Isolamento di tutte le superfici opache verticali con lastra isolante realizzata in polistirene espanso sinterizzato EPS additivato di grafite certificata CAM, Conducibilità: 0.030 W/mK
  • Coibentazione della copertura mediante un pannello sandwich costituito da un componente isolante in schiuma polyiso, certificato CAM: Conducibilità: 0.025 W/mK
  • Isolamento del pavimento confinante verso esterno con EPS addittivato con grafite (certificato CAM), Conducibilità: 0.030 W/mK
  • Isolamento del piano pilotis mediante posa di pannello in schiuma di resina fenolica (certificato CAM), Conducibilità: 0.019 W/mK.
  • Attenuazione dei ponti termici anche attraverso l’utilizzo di pezzi speciali all’interno degli appartamenti.
  • Sostituzione dei generatori di calore tradizionali privati con quelli di nuova generazione a condensazione.

Oltre a contribuire ad un ulteriore salto di classe energetica, la sostituzione delle oltre 100 vecchie caldaie a gas sarà l'occasione per risolvere il problema della presenza dell'amianto all'interno delle canne fumarie, con la messa a norma delle stesse e della rete di distribuzione del gas. 

Importante la scelta dei colori per la facciata che è stata svolta dall’Arch. Maurizio Barile e dal Geom. Dixia Bresciani attraverso lo studio della cromaticità degli edifici e basato su colori chiaroscuri, in modo tale che con il  movimento del sole si creassero delle tonalità omogenee. 

Grazie al Superbonus e soprattutto grazie alla valida collaborazione di Rete IRENE, che ha messo a disposizione un team di tecnici altamente qualificati, abbiamo potuto realizzare il sogno dei nostri condomini” Dichiara la Dott.ssa Adelina Giuffrida, Amministratrice del condominio.

Imprese Esecutrici: Trivella S.r.l. e ICRI  - Partner industriali: STO Italia e Vella Graniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *